Anonim

APPARECCHI

prova

PNEUMATICI INVERNALI 175 / 65R14

PREPARAZIONE DEI PNEUMATICI IN AUTUNNO

SERGEY VOSKRESENSKY, ANATOLY KARPENKOV, VYACHESLAV LUKYANOV. FOTO: Konstantin Yakubov

La scorsa stagione invernale è stata caratterizzata dall'apparizione di una vasta vendita di due nuovi prodotti di produzione russo-estera. Quasi impercettibilmente, senza slogan pubblicitari accattivanti, le aziende Goodyear e Nokian arrivarono ai nostri stabilimenti, avviando la produzione di pneumatici invernali (e non solo) a Yaroslavl e Kirov. E sebbene entrambi i pneumatici non rechino marchi noti sui fianchi, ad eccezione dell'iscrizione "progettata da …", la tecnologia per la loro produzione è strettamente controllata dalle rappresentazioni e viene venduta principalmente attraverso una rete di distribuzione aziendale.

Un approccio interessante alla formazione. Se Goodyear adattò (almeno esternamente) il suo meritato modello Ultra Grip 400 al mercato russo, chiamandolo Medeo, poi a Kirov, insieme ai finlandesi, crearono una nuova gomma con il nome aspro Nord Men, secondo lo schema del battistrada ricorda molto Nokian Hak-kapeliitta 2. In un modo o nell'altro, ma entrambe le gomme internazionali hanno ricevuto non solo nomi "stranieri", ma sono anche aumentate di prezzo rispetto a quelle russe. E in tal caso, abbiamo selezionato i concorrenti più diversi, questa volta pur avendo fatto un vantaggio nella direzione dei prodotti importati. Poiché la compagnia di autobus ha utilizzato VAZ 2114, che in previsione del programma di ottimizzazione necessitava di un rodaggio e della sistemazione del posto di lavoro. Sulla base del fatto che il Volga Automobile Plant ha finalmente deciso le dimensioni dei pneumatici per l'intera famiglia di ruote anteriori, dopo aver ufficialmente consentito l'installazione di pneumatici da 14 pollici sulla Samara, abbiamo selezionato pneumatici invernali adatti a tutta la famiglia di ruote anteriori: quindi, 175 / 65R14 e solo con borchie versione. Quest'ultimo è dovuto al fatto che i principali produttori di pneumatici invernali, sia qui che all'estero, sostengono all'unanimità che gli pneumatici strutturalmente progettati per il chiodamento (e la maggior parte di essi nei mercati dei paesi nordici) mostrano le loro migliori prestazioni solo con punte .

1. "GOODIR"

Il fatto che l'Ultra-Gripp 500 sia la richiesta più seria per la leadership, ci siamo resi conto, appena iniziando una serie di misurazioni. Lo pneumatico, come i dadi, ha scattato qualsiasi versione del programma proposto, dimostrando risultati irraggiungibili per il resto. E non importa quale fosse la copertura sotto le ruote, neve o ghiaccio - ogni nuova misura si è rivelata un riferimento. Tuttavia, hanno trovato difetti in qualcosa. Come si è scoperto, questo pneumatico non è amico del porridge di neve sciolto formato su strade scarsamente pulite. Essendo caduto in un tale casino ad alta velocità, il "quattordicesimo" si trasformò improvvisamente in un proiettile mal controllato, scorrendo dal marciapiede al marciapiede. Il motivo della ribellione, a quanto pare, è nelle proprietà di accoppiamento troppo buone (!): Il pneumatico si aggrappa al minimo bordo della superficie, che nella neve sciolta porta a deviazioni di traiettoria indesiderabili e, soprattutto, difficili da prevedere. Ma anche con tali carenze, Goodyear è oltre la concorrenza.

2. "NOKIAN"

Un rivale di lunga data del nostro campione questa volta è stato un po 'più modesto. Quindi, sul marciapiede, l'auto ha mostrato un grande carico di vibrazioni e il comfort è stato notevolmente ridotto. E sebbene abbia mantenuto e persino aumentato l'accuratezza e l'intelligibilità delle risposte, il "quattordicesimo" è diventato decisamente più ruvido nelle sue reazioni e ha portato questa severità attraverso tutti i tipi di test.

Dove "Nokian" era nel loro elemento, quindi è sulle piste innevate. Il minimo "nervosismo" su neve sciolta, guasti regolari nello scorrimento e, di conseguenza, la facilità e la coerenza della loro correzione hanno permesso di controllare la macchina in modo abbastanza affidabile anche a una velocità molto elevata (120-130 km / h). Purtroppo, la rivalità emergente non ha funzionato. I pneumatici finlandesi hanno ceduto al leader le proprietà frenanti (sia sul ghiaccio che sulla neve). All'inizio non ci credevamo nemmeno, ma ripetute ripetizioni convinsero: "Nokian" si comporta in modo rude e in una situazione critica manca l'accuratezza delle risposte, una specie di binario inerente a "Goodyear". Sì, e su una pista speciale chiusa per valutare la maneggevolezza, ci sono più slittamenti nell'asse anteriore, uno slittamento più profondo e più acuto. Tutto ciò, ovviamente, ha peggiorato i risultati.

3. "MEDEO"

Morbidi e comodi, hanno suscitato interesse anche durante la corsa. Sembrava piuttosto acuto, la macchina divenne improvvisamente calmo e avvolgente, e come se dalla strada scomparissero tutti i piccoli dossi. Ovviamente, sul marciapiede, la reazione dell'auto è stata protetta dalla letargia, nemmeno dalle "otto" risposte, ci sono stati ritardi nelle azioni di governo, ma in generale, il VAZ 2114 ha mantenuto la relazione logica e non è diventato insidioso per il guidatore. Questi pneumatici richiedono maggiore attenzione su superfici miste. Se un lato entra nella neve, lasciato, ad esempio, pulendo le attrezzature, l'auto immediatamente senza intoppi, ma inizia in modo aggressivo a trascinare verso il rivestimento sciolto e sarà piuttosto riluttante a uscire da lì.

Ma dove Medeo è stato completamente riabilitato e, francamente, piacevolmente sorpreso, è su superfici scivolose. Eccellenti risultati nella manovrabilità e nella frenata, eccellente capacità di attraversare il paese: anche qui l'eminente Nokian doveva accontentarsi dei numeri peggiori. E sebbene la speciale pista di neve e ghiaccio di Medeo, rispetto ai leader, manchi un po 'di precisione di controllo e velocità di reazione, il pneumatico compensa questo con le sue eccellenti proprietà di accoppiamento e comportamento molto logico.

In una parola, se non fosse per le lamentele dei lettori sulla scarsa qualità del "Goodyear" di Yaroslavl, è giusto parlare del bestseller del mercato interno.

4. "YOGOGAMA"

Esternamente nulla di eccezionale, senza il modello del battistrada ormai alla moda, queste gomme si sono improvvisamente fatte strada tra le prime cinque. Già sull'asfalto, la macchina affascina con le sue reazioni elastiche, assemblate, quasi estive, il comportamento logico in situazioni acute. Il pagamento per questo è il duro rotolamento delle gomme su piccoli dossi.

Ma sulla neve, "Yokohama" manca in qualche modo di tenacia. Qui, le slitte dell'assale anteriore sono predominanti, il serraggio attivo verso un rivestimento più allentato, che richiede l'intervento del conducente. Ma il più interessante è stato il comportamento del nostro "quattordicesimo" sul ghiaccio. "Yokohama" improvvisamente è diventato così bello che ha iniziato a calpestare i leader, ma non appena ha colpito la neve, la demolizione dell'asse anteriore ha ripreso a prevalere. Di conseguenza, solo la quinta volta su un'autostrada chiusa.

5. HANKUK

Forte, di bell'aspetto, gradevole con morbido rotolamento lungo le irregolarità e reazioni molto logiche, se non corrette, sull'asfalto. In queste condizioni, la macchina si fa sentire nelle sottigliezze e anche la sua minima disobbedienza viene immediatamente trasmessa al guidatore, e riesce a prendere contromisure.

Nella neve rimangono tutte le dipendenze, ma Hankuku non ha un piccolo margine di proprietà di accoppiamento. Si scopre che succede così: la macchina sembra fare tutto nel modo giusto, ma lo slittamento si verifica abbastanza presto e non consente di ottenere un risultato eccezionale. Una valutazione di gestibilità lo conferma soltanto. Sul ghiaccio, in termini di accuratezza di controllo, gli hankuki sono quasi inferiori ai leader, ma perdono contro di loro, rompendosi rapidamente in uno scivolone. Nella neve, la macchina cerca troppo attivamente di "cadere" dalla curva, richiedendo l'uso di tecniche di controllo speciali con le sue risposte approssimative.

6. KLEBER

Le prime impressioni sono piuttosto ottimistiche. Il quattordicesimo è stabile e affidabile su asfalto asciutto e bagnato; È vero, non si concede conforto, rispondendo duramente a eventuali piccole irregolarità.

Tuttavia, nella neve ti imbatti rapidamente in uno sbalzo dell'auto da un lato e, ahimè, slittamento troppo franco dell'assale anteriore sulle curve. Il pneumatico è evidentemente privo di tenacia. Per questo motivo, lavori molto con il pedale dell'acceleratore e il volante alla ricerca del giusto algoritmo di controllo, sia sulla neve che sul ghiaccio. Risulta più o meno stabile, ma lentamente, il che rende Kleber poco interessante per un pilota attivo.

7. FIRESTONE

Anche su asfalto, la gomma non è in qualche modo impressionante. Risposte ovattate, pigrizia all'ingresso del turno e persino duro rotolare sui dossi. Il fatto che abbiamo un contadino medio che non brilla con un carattere persistente è evidente nel suo stesso elemento. Lo slittamento precoce, una maggiore tendenza a demolire l'asse anteriore nella neve e una forte deriva con un grande ritardo, non consentono un controllo preciso della macchina in situazioni acute. Sul ghiaccio, il suo comportamento si ammorbidisce un po ', diventando più prevedibile, ma lo stesso fastidio delle diapositive e il ritardo nella loro correzione interferiscono con il controllo.

8. "BARUM"

Onestamente, si aspettavano di più dai Polaris: apparentemente, il nome sonoro che era favorevole alla guida invernale ha influenzato …

In effetti, all'inizio le gomme sembravano molto uniformi nella qualità e in qualche modo comode. Per quanto riguarda il duro e il vibrato carico, dimostrano un comportamento abbastanza pacifico sull'asfalto, sforzandosi solo con un canto eccessivo ad alta velocità. Tuttavia, quando l'inverno prende davvero il sopravvento, Barum diventa familiare: non ha nulla da distinguere tra i suoi concorrenti. Il guidatore è di nuovo di fronte a una planata troppo precoce e troppo rettilinea, costringendo prima a "spingere" la macchina in curva, per poi ancora combattere con una deriva acuta e profonda.

Il Barum si è comportato in modo peculiare sul ghiaccio. Il nostro VAZ 2114 ha improvvisamente guidato molto bene lungo un'autostrada chiusa, gareggiando anche con Yokohama, ma si è completamente rifiutato di fermarsi, richiedendo un ampio spazio di frenata. Che ha rovinato il posto finale della gomma ceca.

9. I-620

L'unico partecipante puramente russo al concorso, che il popolo Jaroslavl non aveva paura di includere in una compagnia così famosa.

Per natura, il pneumatico si è rivelato piuttosto controverso. Rigido e carico di vibrazioni, allo stesso tempo sul marciapiede non influisce sull'integrità delle risposte della macchina - piuttosto, confonde con una specie di premurosità. Ma nella neve si infastidisce con la nitidezza dei guasti che si sviluppano molto rapidamente, alternando o la demolizione dell'asse anteriore o la deriva della parte posteriore. Spesso in una curva più volte devi riportare la macchina su una data traiettoria: reagisce così nervosamente alla guida e al gas. Allo stesso tempo, le figure "cerimoniali", come la frenata, sono abbastanza buone, e sul ghiaccio lo fanno gli "stranieri affollati". Naturalmente, il punto qui è in più punte che mordono il ghiaccio con molta più sicurezza. In un modo o nell'altro, I-620 non ha mostrato la cosa principale: l'integrità generale del piano, pienamente inerente, ad esempio, a Medeo.

10. "NORD MEN"

Il ragazzo finlandese di origine Vyatka dapprima piace con un comportamento chiaro e logico. Almeno sull'asfalto, il Quattordicesimo cavalca quasi come un Nokian. Tuttavia, con l'avvento della neve, questa somiglianza si sta sciogliendo davanti ai nostri occhi. Tutto ciò che rimane è la nitidezza delle risposte, non supportata dalle proprietà di accoppiamento adeguate nelle direzioni longitudinale o trasversale. Di conseguenza, il comportamento degli pneumatici Kirov ricorda molto lo "Yaroslavl", con l'unica differenza che i "Nord Men" hanno un effetto frenante peggiore sul ghiaccio. Qui, a quanto pare, dobbiamo lavorare seriamente sulla composizione della mescola del battistrada, i cui segreti probabilmente possiedono gli esperti del paese di Suomi.

11. SAVA

Rumorosi, resistenti e piuttosto carichi di vibrazioni, questi pneumatici allo stesso tempo non soddisfano l'attività delle risposte sull'asfalto e molto presto iniziano a planare su ghiaccio e neve. La perdita di aderenza si verifica bruscamente: devi praticamente lavorare come volante prima che l'auto "cambi idea" e torni alla traiettoria prevista. In effetti, questi pneumatici non amano affatto l'inverno e sono più simili a quelli universali. Ciò è dovuto al loro completo fallimento nelle nostre prove.

TUTTI I SIRES SUGLI ORECCHINI

Goodyear è oltre la concorrenza, soprattutto nelle qualità invernali. Questo pneumatico è ottimo su asfalto e allo stesso tempo ammira la capacità di resistere a superfici scivolose. L'unico inconveniente è il comportamento "nervoso" su neve sciolta, almeno in relazione al VAZ domestico 2114.

"Nokian" è costoso, ma scortese, soprattutto in confronto con il leader. È caratterizzato da reazioni precise, comportamento molto affidabile su strade invernali scarsamente illuminate, ma il pagamento per questo è un elevato carico di vibrazione su piccole irregolarità. Leggermente deludenti e frenanti. In una parola, è necessaria la modernizzazione.

"Medeo". Secondo l'ideologia, l'esatto contrario di Nokian. Morbidi e pigri sul marciapiede, mordono solo la neve e il ghiaccio, ottenendo risultati eccellenti. Come il leader, a questi pneumatici non piacciono i rivestimenti sciolti, troppo sensibili alla qualità della pulizia della carreggiata.

"Yokohama". Le proprietà di combattimento sono leggermente inferiori rispetto alle prime tre. Ma come compensazione dimostrano un comportamento molto sicuro su asfalto e ghiaccio. Ma nella neve mancano il comportamento di trazione e intelligenza.

"Hankook". Il loro hobby è un equilibrio tra le proprietà di guida. Su queste gomme, l'auto non è solo comoda, ma esegue tutti i comandi del conducente in modo molto corretto. Sfortunatamente, per entrare nei leader, hai bisogno della migliore presa.

“Kleber”, “Firestone”, “Barum”. Tre contadini di mezzo fiduciosi, in luoghi molto simili nel carattere. Sembrano fare del loro meglio, ma a causa delle proprietà di presa mediocri rimangono "solo gomme", anche se invernali. Sicuramente mancano di se stessi. Da qui la modestia dei risultati e sinceri errori in alcune nomination.

I-620. Per raggiungere il livello dei contadini medi "Yaroslavl" previene alcune incoerenze di carattere. Avrebbe avuto un po 'meno nitidezza nel comportamento e più logica nella neve. Lei si occupa del resto.

"Nord Men". I pneumatici sono comodi e logici sull'asfalto: indipendentemente dalle sue condizioni, qui forniscono una risposta vivace e rapida all'auto. Tuttavia, questo non è abbastanza per l'inverno, devi ancora essere amico di neve e ghiaccio. Finora, il "Kirovchanka" non ha avuto molto successo a causa delle basse capacità di accoppiamento.

"Sava". Prima di tutto, voglio scegliere le punte e non ingannare le persone. Anche se poi le gomme rimarranno molto mediocri. Qualcosa è andato storto nella tecnologia, quindi la presa molto bassa sui rivestimenti invernali.

1. Goodyear Ultra Grip 500

Produttore - Turchia

Prezzo - 2200 rub.

Dimensioni e indice di velocità - 175 / 65R14 T

Tipo e profondità del battistrada - direzionali, 9, 5 mm

Il numero di punte e l'altezza della loro parte di lavoro è 110; 1, 2 mm

2. Nokian Hakkapeliitta 2

Produttore - Finlandia

Prezzo - 2500 rubli.

Dimensioni e indice di velocità - 175 / 65R14 T

Tipo e profondità del battistrada - direzionali, 8 mm

Il numero di punte e l'altezza della loro parte di lavoro è 110; 1, 5 mm

3. Medeo

Produttore - Russia, YaShZ

Prezzo - 1400 rubli.

Dimensioni e indice di velocità - 175 / 65R14 Q

Tipo e profondità del battistrada - direzionali, 9, 5 mm

Il numero di punte e l'altezza della loro parte di lavoro è 110; 1, 5 mm

4. 4. Yokohama Guardex 700

Produttore - Filippine

Prezzo - 1800 rubli.

Dimensioni e indice di velocità - 175 / 65R14 Q

Tipo e profondità del battistrada - non direzionali, 9, 0 mm

Il numero di punte e l'altezza della loro parte di lavoro è 110; 1, 8 mm

5. Hankook W404

Produttore - Repubblica di Corea

Prezzo - 1680 rubli.

Dimensioni e indice di velocità - 175 / 65R14 T

Tipo e profondità del battistrada - direzionali, 10, 5 mm

Il numero di punte e l'altezza della loro parte di lavoro è 110; 1, 2 mm

6. Kleber Kapnor 4

Produttore - Europa

Prezzo - 1674 rub.

Dimensioni e indice di velocità - 175 / 65R14 Q

Tipo e profondità del battistrada - direzionali, 8 mm

Il numero di punte e l'altezza della loro parte di lavoro è 110; 1, 3 mm

7. Firestone FW935S

Produttore - Italia

Prezzo - 1680 rubli.

Dimensioni e indice di velocità - 175 / 65R14 Q

Tipo e profondità del battistrada - direzionali, 9, 5 mm

Il numero di punte e l'altezza della loro parte di lavoro è 110; 1, 2 mm

8. Barum Polaris

Produttore - Repubblica Ceca

Prezzo - 2100 rub.

Dimensioni e indice di velocità - 175 / 65R14 Q

Tipo e profondità del battistrada - direzionali, 9, 5 mm

Il numero di punte e l'altezza della loro parte di lavoro è 110; 1, 2 mm

9. I-620 "Nast II"

Produttore - Russia, YaShZ

Prezzo - 1100 rubli.

Dimensioni e indice di velocità - 175 / 65R14 T

Tipo e profondità del battistrada - direzionale, 9 mm

Il numero di punte e l'altezza della loro parte di lavoro - 128; 2 mm

10. Nord Man

Produttore - Russia, KShZ

Prezzo - 1400 rubli.

Dimensioni e indice di velocità - 175 / 65R14 T

Tipo e profondità del battistrada - direzionali, 9, 5 mm

Il numero di punte e l'altezza della loro parte di lavoro è 112; 1, 3 mm

11. Sava Eskimo S2

Produttore - Slovenia

Prezzo - 1700 rubli.

Dimensioni e indice di velocità - 175 / 65R14 T