Anonim

WTO

Image

Quindi, abbiamo concordato … In effetti, non era appropriato che la Russia fosse al di fuori di un'organizzazione internazionale rispettata, i cui membri sono quasi tutti i paesi del mondo. L'OMC, in teoria, ha i compiti più importanti: sviluppare regole commerciali uniformi per tutti i paesi e garantire che tutti gli Stati membri li rispettino. Il vantaggio per le aziende è evidente: possono esportare i loro prodotti in altri paesi in esenzione doganale (o con un involucro minimo). Per i cittadini comuni, sembra anche essere di beneficio: immediatamente o in futuro, le merci importate diventeranno più economiche. Questi sono tutti vantaggi. Tra gli svantaggi c'è l'incapacità (come si suol dire) di proteggere i settori deboli dell'industria nazionale dall'espansione di migliori prodotti stranieri. E ora - gioire per la vittoria o, al contrario, turbato, arrendendosi alle ultime tasche di resistenza alla nostra economia?

Penso che le industrie a cui è stato permesso di morire tranquillamente siano morte molto prima di entrare a far parte dell'OMC, nonostante gli incantesimi dei politici e i tentativi di salvarli iniettando denaro in bilancio. Purtroppo, non abbiamo praticamente alcuna produzione di aeromobili civili e la costruzione di macchine utensili in generale, e se tutti i tentativi di rilanciarli in assenza di concorrenza non hanno portato al successo …

L'INDUSTRIA AUTO È SALVATA!

Ma l'industria automobilistica: nel mercato russo, le macchine assemblate in Russia dominano la palla! La situazione nel settore automobilistico è stata discussa separatamente e qui i nostri negoziatori hanno ottenuto un certo successo. Ad esempio, abbiamo, come sapete, i dazi doganali più elevati in Europa per l'importazione di nuove auto straniere. Installato per stimolare la produzione locale. E ora hanno concordato con l'OMC che saranno ridotti per fasi. Innanzitutto, dall'attuale 30 al 25%. Per tre anni rimarranno a questo livello, quindi il calo annuale sarà di circa il 2, 5%. Quindi, entro il 2019, i dazi all'importazione ammonteranno al … 15%.

Gli ostacoli rimarranno nel modo di auto straniere usate. Per le auto di età superiore ai sette anni, il dazio è ancora proibitivo, per le auto da tre a sette scenderà al 25% e, dopo cinque anni, al 20%. Ma non c'è nulla di cui aver paura per i produttori stranieri che hanno stabilito i loro impianti in Russia: di comune accordo con gli altri membri dell'OMC, il regime di assemblaggio industriale (con tutti i benefici che ne conseguono) continuerà.

L'unica cosa che i nostri negoziatori sembrano aver trafitto sono i dazi doganali sull'importazione di camion stranieri nella Federazione Russa. O hanno dimenticato per 18 anni di dibattito a Ginevra che la Russia ha i suoi impianti di autoveicoli (GAZ, KamAZ, Ural e altri), o hanno considerato questo fatto non degno di attenzione … In generale, doveri su nuovi autocarri con cassone ribaltabile (di peso superiore a 20 r) immediatamente dopo l'adesione all'OMC, dovrebbero diminuire dall'attuale 25 al 10% e dopo tre anni al 5%. Anche le tariffe per i nuovi trattori per camion, così come per i dumper usati, saranno ridotte. In altre parole, camion economici dalla Cina e tutti i tipi di spazzatura dall'Europa potrebbero benissimo riversarsi in Russia.

Il problema della localizzazione rimane irrisolto. Nelle attuali condizioni stabilite dall'OMC, non è redditizio sviluppare la produzione di componenti per autoveicoli nel paese, è più facile ed economico importarli da dietro una collina. Si è scoperto che hanno combattuto invano, teso e da tutti loro trascinato a noi alleati.

LE AUTO DEL PASSEGGERO ESATTAMENTE NON DIVENTANO ECONOMICHE - NON SONO NUOVE, USATE. IL PREZZO È DECISO DAL MERCATO, NON DAL COSTO.

COSA PRINCIPALE - STABILITÀ

Con tutta la simpatia per i problemi dei produttori, voglio ancora capire come le nuove regole influenzeranno la tasca dei normali proprietari di auto. Apparentemente niente. I prezzi sono dettati dal mercato e i dazi qui giocano ben lontani dal ruolo principale. Ad esempio, Ford Focus, in buona configurazione, assemblato nella regione di Leningrado (cioè, non era soggetto a dazi!), Viene venduto oggi per 700 mila rubli. Costruito sulla stessa piattaforma Mazda-3 in una configurazione simile, ma realizzato in Giappone, costa in Russia … circa lo stesso. Questa è l'intera aritmetica: il prodotto costa esattamente quanto concordano per acquistarlo. Quindi non c'è motivo di contare i giorni prima dell'entrata ufficiale nell'OMC nella speranza di salvare: l'inflazione consumerà la differenza del 5%.

A proposito, non sembra che i produttori nazionali (compresi i camion) fossero molto preoccupati per le loro vaghe prospettive. In primo luogo, i documenti che formalizzano l'adesione all'OMC devono essere ratificati dalla Duma di Stato, quindi passare attraverso una serie di formalità diverse e solo allora (provvisoriamente - entro luglio) la Russia sarà finalmente accettata come membro di questa rispettata organizzazione. E durante questo periodo, possono succedere molte cose: o la Duma di Stato inizierà a fare casini, o si verificherà qualche tipo di cambiamento in un mondo invaso dalla crisi economica …

E se, tuttavia, la procedura procede secondo il programma e in estate, colonne di camion usati si precipitano in Russia, diciamo, i metodi di regolamentazione non tariffari rimangono a disposizione delle autorità russe. Non è possibile inserire dazi, ma accise (sono al di fuori del campo di applicazione dell'OMC) o elaborare le norme di regolamentazione tecnica. Pertanto, l'Europa, ad esempio, è protetta dalle auto cinesi e la Cina - da quelle europee. E allo stesso tempo, sono tutti membri dell'OMC … Dove siamo anche noi benvenuti.

L'OMC HA BISOGNO DI AZIENDE PIÙ GRANDI PER LE AZIENDE PIÙ GRANDI, NON RICHIESTE DAI CONSUMATORI.